come diventare influencer con un Blog

Come diventare Influencer sfruttando la passione per la scrittura

Vuoi sapere come diventare Influencer sfruttando la tua passione per la scrittura? Beh, anche l’influencer attualmente più famosa al mondo, Chiara Ferragni, ha cominciato con un blog. Non pensare, però, che sia un percorso facile. In questa guida ti spiegherò gli elementi sui quali dovrai lavorare per raggiungere buoni risultati.

Chi è l’influencer?

L’influencer è un soggetto che, grazie alle competenze specifiche che possiede su un determinato argomento e che gli vengono riconosciute da una folta schiera di followers, ha raggiunto un alto livello di popolarità sul web“.

Un lungo percorso

Il percorso che ti porterà a diventare Influencer attraverso il tuo blog è lungo e tortuoso. In primo luogo, devi fare in modo che le persone raggiungano facilmente i contenuti presenti sul tuo sito. Devi, dunque, lavorare sulle fonti di traffico; in poche parole, devi farti trovare. Per fare ciò è necessario, innanzitutto, partire dall’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca. Puoi, poi, sfruttare altri canali, come i social networks, l’email marketing, le Digital Public Relations e molto altro ancora.

Ovviamente, rimane imprescindibile lavorare sulla qualità dei contenuti del tuo blog. E da quel punto di vista dovrai davvero avvicinarti alla perfezione. Questo significa che nei tuoi articoli, indipendentemente dall’argomento di cui ti occupi, dovrai fornire risposte concrete, offrire consigli utili, risolvere problemi reali. Solo così potrai conquistare la fiducia del tuoi lettori che continueranno a seguirti e, probabilmente, a preferire i tuoi contenuti rispetto a quelli di un competitor.

Esempi di Influencers divenuti famosi grazie ad un blog

Salvatore Aranzulla è, forse, l’esempio perfetto per dimostrare come, partendo da un blog, si possa diventare influencer di fama nazionale e non solo e costruire un vero e proprio brand attorno alla propria figura.

Aranzulla scrive da diversi anni articoli legati al mondo dell’elettronica sia hardware che software. I suoi articoli rappresentano un connubio perfetto tra la necessità di piacere ai motori di ricerca in ottica SEO e quella di realizzare contenuti che l’utente possa trovare utili e risolutivi.

Come guadagna un influencer

La strada che ti porterà a generare entrate fisse come blogger influencer non è semplice. In primo luogo, hai bisogno di costruire un blog di successo e ti assicuro che un processo del genere non può avvenire in poco tempo. Fatto questo, puoi ottenere una rendita dal tuo lavoro di blogger influencer in tre modi:

  • Accettando di ospitare sul tuo sito contenuti pubblicitari;
  • Diventando testimonal per le aziende;
  • Aderendo a programmi di affiliazione

Contenuti pubblicitari

La prima strada è, forse, quella più semplice ed immediata ma presenta anche dei rischi. La pubblicità non sempre è vista di buon occhio dall’utente medio. Il Digital Advertising consente, però, di diffondere contenuti promozionali in una forma non invasiva ma che, soprattutto, siano di interesse per il lettore.

Inoltre, è necessario fare in modo che i contenuti a carattere pubblicitario non siano superiori rispetto a quelli del sito. Insomma, devi continuare a dare priorità assoluta agli articoli del tuo blog. Se non lo fai rischi di avere ricadute negative anche in termini di posizionamento sui motori di ricerca.

Testimonial

Questa è, forse, il percorso che potrà essere maggiormente redditizio per le tue entrare ma per arrivare a questo step dovrai essere diventato quasi una star nel tuo settore. Se ciò dovesse avvenire, è probabile che possano essere le aziende stesse a mettersi in contatto con te e a chiedere il tuo aiuto per lanciare e promuovere determinati prodotti o servizi. In caso contrario, dovrai essere tu ad agire.

In che modo? Contattando imprese che potrebbero essere interessate a collaborare con te e che potrebbero avere un ritorno in termini di visibilità e anche di vendite dall’affidare a te questa attività.

Programmi di affiliation marketing

I programmi di affiliazione rappresentano, probabilmente, una buona alternativa quando la propria popolarità e notorietà non ha raggiunto ancora livelli eccellenti. L’aspetto positivo dell’affiliation marketing è che ti consente di guadagnare dalle azioni (in genere acquisti) che gli utenti compiono dopo aver letto un contenuto sul tuo sito che rimanda su un portale terzo in cui è possibile concludere le transazioni. Ci sono, però, anche programmi di affiliazione finalizzati ad ottenere solo un aumento del numero delle iscrizioni (è il caso, soprattutto, delle aziende di betting).

L’aspetto negativo è soprattutto quello economico. I guadagni principali continueranno ad andare alle aziende. Tu guadagnerai una percentuale che non sempre è significativa o che, comunque, potrebbe non soddisfare le tue aspettative.

Quanto contano i social network per diventare Influencer?

Il tuo punto di forza è il blog e dovrà continuare ad essere quello. Ti devi chiedere se è necessario avere una presenza anche sui social network e in che modo, eventualmente, costruire un account social.

Tornando all’esempio di Salvatore Aranzulla, il suo successo si basa principalmente sul blog. Sui social è presente ma le interazioni con gli utenti sono inesistenti. Non risponde ai commenti dei followers, si limita semplicemente a postare i contenuti presenti sul suo blog.

Nella maggior parte dei casi, però, qualora tu decida di creare un account social, non potrai esimerti da un lavoro di interazione costante con il tuo pubblico di followers. Oggi, si diventa influencer anche grazie alla capacità di instaurare un dialogo costante con gli utenti. Devi, quindi, renderti disponibile per fornire chiarimenti agli utenti che vogliono saperne di più su ciò che hai scritto nel tuo ultimo articolo. Se sei un esperto non credo che avrai qualcosa da temere in merito.

Il riflesso della medaglia è che maggiore sarà il numero di seguaci più elevate saranno le interazioni. Dunque, potrebbe essere difficile stare dietro ad ogni utente che vuole interagire con te. Cerca, però, di fare il massimo per accontentare quante più persone è possibile.

Tra online ed offline

La tua presenza online è e deve restare imprescindibile. Esiste, però, anche un mondo diverso da quello virtuale. Ogni tanto faremmo bene a ricordarcene un po’ tutti. Ecco perché per diventare un influencer dovrai essere disposto a partecipare ad eventi in cui le persone possano conoscerti dal vivo.

Ricordati, inoltre, che il tuo successo dipenderà dalla tua capacità di creare interazioni non solo a livello verticale ma anche orizzontale. Mi spiego meglio. Il pubblico di followers che riconosce e apprezza le tue qualità è fondamentale e va sempre e comunque valorizzato. Il mondo, però, è pieno di influencers, sia nel tuo settore che in altri e, dunque, devi fare in modo di costruire relazioni anche con queste persone.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altri Articoli

come ottimizzare link interni
A tutta SEO
Carmine Roca

Come ottimizzare i link interni

I link interni sono collegamenti ipertestuali che coinvolgono due o più pagine appartenenti allo stesso dominio. Ogni sito web si compone di un numero più

Read More »

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *