come scrivere mission aziendale

Come scrivere una mission aziendale

Il motivo per cui un consumatore può essere fedele ad un marchio è soprattutto per i valori che lo caratterizzano. I migliori brand sono quelli che riescono ad offrire un’esperienza eccezionale ai loro clienti e dipendenti combinando elementi funzionali, emotivi e razionali. Tali valori sono, in genere, racchiusi nella cosiddetta mission aziendale.

Cos’è la mission aziendale

La mission aziendale è la dichiarazione di ciò che un’azienda fa, di come lo fa e del perché lo fa. Comprende, quasi sempre, una descrizione generale dell’organizzazione, le sue funzioni ed i suoi obiettivi.

Perché è importante avere una mission

Avere una mission può essere importante per diverse ragioni:

  • Fornire un orientamento chiaro e preciso all’azienda;
  • Generare nuove idee;
  • Dare forma alla cultura aziendale;
  • Rafforzare la coerenza e l’immagine aziendale;

Orientare l’azienda

Identificando il motivo alla base dell’esistenza stessa dell’impresa, è più facile comprendere gli obiettivi che l’organizzazione dovrebbe impegnarsi a raggiungere attraverso le sfide future che sarà chiamata ad affrontare.

Generare nuove idee

Quando si pensa alla mission aziendale, specie se la discussione coinvolge diverse figure professionali, è molto facile che si generino nuove idee. La missione dell’azienda può, dunque, essere un mezzo potentissimo per aprire la mente e guardare con occhi diversi alle prospettive future dell’organizzazione.

Dare forma alla cultura aziendale

La mission non solo determina come dovrebbe agire un’organizzazione nel suo insieme, ma anche il modo in cui il singolo dipendente guarda all’impresa per cui lavora.

La condivisione della cultura aziendale è un aspetto cruciale per creare un team soddisfatto e compatto. Prima di iniziare a lavorare per l’azienda, ogni dipendente dovrebbe conoscere obiettivi, valori, ed aspettative riposte in lui. Una buona mission coinvolge anche persone in cerca di lavoro i cui valori si allineano a quelli dell’azienda. Dunque, oltre che uno strumento per il rafforzamento della comunicazione interna aziendale, le aziende possono utilizzare la mission per attirare l’interesse di nuove figure professionali.

Rafforzare la coerenza e l’immagine aziendale

Man mano che l’azienda cresce, inevitabilmente nasceranno diversi dipartimenti e arriveranno nuovi dipendenti. Il percorso evolutivo dell’impresa potrebbe far perdere di vista i valori fondanti, la filosofia e la cultura dell’organizzazione.

La mission deve essere il punto di riferimento che guida, in qualunque momento, le azioni e le decisioni di ogni membro dell’azienda le quali, se allineate alla missione, tenderanno ad essere coerenti. Affinché la mission sia coerente, essa dovrebbe essere chiara e non lasciare spazio a possibili interpretazioni errate.

Una mission efficace, però, permette anche di inviare messaggi forti al pubblico. Frasi entusiasmanti e ricche di energie mostreranno ai consumatori la dedizione, la tenacia e la determinazione dell’azienda. In questo modo, sarà più facile favorire l’identificazione del brand con i valori dell’organizzazione e promuovere una corporate identity rassicurante, nella quale il consumatore tenderà più facilmente a rispecchiarsi.

Qual è la differenza tra mission e vision aziendale

Sono ancora molti quelli che tendono a confondere mission e vision. La mission riporta l’obiettivo principale di un’azienda che, solitamente, rimane invariato nel corso del tempo ma che, in alcune circostanze, può anche mutare. Avere una mission è fondamentale perché rivela il motivo per cui l’azienda esiste. Tale scopo dovrebbe essere chiaro, netto, preciso ed indirizzare il presente dell’organizzazione.

La vision descrive, invece, ciò a cui l’azienda aspira, lo status che vorrebbe raggiungere nel medio o lungo termine. È la leva che guida le linee programmatiche aziendali del futuro. Un’azienda sprovvista di vision è un’impresa senza prospettive, non in grado di proiettare sé stessa in un orizzonte temporale medio-lungo e che farà più fatica ad adattarsi al cambiamento.

Suggerimenti per scrivere una mission aziendale efficace

Ora che conosci cos’è la mission aziendale, è il momento di andare maggiormente nello specifico. Come si scrive una buona mission? Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno ad individuarla e a tradurla in forma scritta.

Analizza i tratti tipici dell’azienda

Per scrivere una buona mission aziendale, devi innanzitutto conoscere l’azienda. Quali sono i suoi valori? Qual è la sua storia, la sua cultura, la filosofia? Questo lavoro va fatto sia quando parliamo di un’azienda ex novo, sia quando si ha a che fare con un’impresa già presente sul mercato da diverso tempo e che ha deciso di rinnovarsi e dotarsi di una nuova missione.

Che tu sia un membro dell’area marketing e comunicazione aziendale oppure un copywriter freelance, assicurati di avere accesso ad ampie informazioni sull’azienda, anche confrontandoti direttamente con il fondatore o, se ciò dovesse essere difficile, con altre risorse manageriali.

Pensa a lungo termine

Il discorso fatto quando ho parlato della vision, vale anche per la mission. Dalla nascita fino alla sua crescita nel mercato di riferimento, un’azienda attraversa diverse fasi. Anche se la mission può essere cambiata, focalizzati sulla necessità di esprimere un concetto che possa avere validità nel presente e nel futuro. Se, poi, gli scenari dovessero mutare, spetterà all’organizzazione ridefinirli e dettare le nuove linee guida.

Sii sintetico

In molti si pongono questa domanda: quanto dovrebbe essere lunga la mission aziendale? Non c’è una risposta precisa. L’unica certezza è che dovrai essere breve, conciso, sintetico. In linea generale, potresti ottenere un buon risultato se riuscissi a racchiudere la mission dell’azienda tra le due e le quattro frasi, possibilmente restando al di sotto delle 100 parole.

La mission si lega al brand. Devi semplicemente fare in modo che essa sia memorabile. Esistono altri documenti in cui potrai dilungarti con i testi (per esempio la company profile). La mission, così come la vision, nasce per scopi differenti, più è lunga e meno facilmente sarà ricordata dal pubblico e dal personale interno.

Non limitarti alle solite frasi di circostanza

Uscire dalla banalità è l’obiettivo, forse, più difficile da raggiungere quando si scrive una mission aziendale. Evita le frasi fatte, quelle che trovi sui documenti della maggior parte delle imprese, quasi sempre copiate da altre organizzazioni. Punta sull’originalità e abbandona la zona di comfort, quella che non compromette ma che ti porta a non esporti e a scrivere una mission senza alcun tratto distintivo.

Utilizza un approccio olistico

La mission non deve rispecchiare solamente le idee ed i valori del fondatore dell’azienda ma deve essere scritta pensando a tutti i dipendenti in quanto la crescita e i risultati di un’azienda dipendono dal contributo di ogni singola risorsa. Scrivere una mission che si adatta all’intero team favorisce la diffusione di valori come lo spirito di squadra e l’amore per la propria azienda.

Non avere paura di cambiarla, quando necessario

Le aziende si evolvono, il mondo attorno a noi cambia. Sembrano fasi fatte ma è la verità. Per svariati motivi, un’azienda nel corso del tempo potrebbe andare incontro a diversi cambiamenti che ne causano la ridefinizione delle strategie di business. Ad esempio, un’impresa potrebbe addirittura puntare su un nuovo prodotto e guardare ad un nuovo target. In casi del genere, urge cambiare la mission aziendale e, probabilmente, anche la vision, così da imprimere un segno concreto al nuovo percorso imprenditoriale.

Esempi di mission aziendale

Nonostante i suggerimenti e le informazioni che ti ho fornito in precedenza fai ancora fatica a superare il famoso blocco dello scrittore e a trovare idee valide per la mission aziendale? Ecco alcuni esempi di aziende famose che hanno una mission che rispecchia a pieno l’identità del brand, i valori ed i servizi offerti.

Può sembrare superfluo aggiungerlo. La storia di ogni azienda è unica ed inimitabile, dunque questi esempi ti serviranno solo come spunto per orientarti nella scrittura della mission, anche dal punto di vista stilistico:

  • Paypal: “Creare le soluzioni di pagamento più convenienti, sicure ed economiche sul Web”;
  • Coca-Cola: “Rinfrescare il mondo, ispirare ottimismo e felicità, creare valore e fare la differenza”;
  • Google: “Organizzare le informazioni proveniente da ogni angolo del mondo, rendendole universalmente accessibili e utili”;
  • Forbes: “Fornire alla comunità dei decision makers aziendali informazioni su persone, idee e tecnologie che cambiano il mondo”;
  • Southwest Airlines: “Offrire un servizio clienti di eccellente qualità con un senso di calore, cordialità, orgoglio individuale e spirito aziendale”;
  • Spotify: “Sbloccare il potenziale della creatività umana, offrendo a milioni di artisti creativi l’opportunità di vivere della loro arte e a miliardi di fan la possibilità di divertirsi e trarne ispirazione”.
  • Tesla: “Velocizzare in tutto il mondo il passaggio all’energia sostenibile”;
  • Twitter: “Dare a tutti il ​​potere di creare e condividere idee e informazioni all’istante, senza barriere”;
  • Adobe: “Favorire la crescita del web offrendo a web designer e sviluppatori i migliori strumenti al mondo”;
  • Ferrari: “Realizzare vetture sportive uniche che rappresentano il meglio del design e dell’artigianato italiano, sia in pista che su strada.”.

Cosa ne pensi di questi esempi famosi di mission? Conosci altre mission che ti sono piaciute e vuoi condividerle qui? Commenta l’articolo nell’apposito box.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altri Articoli

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *