come scrivere volantino pubblicitario

Come scrivere un volantino pubblicitario

Un volantino promozionale è uno strumento ancora oggi molto utilizzato sia nella comunicazione online ma soprattutto in quella offline. Quando se ne realizza uno, l’errore che commettono molti addetti ai lavori è di concentrarsi quasi esclusivamente sulle immagini e sugli elementi visivi.

Sotto certi aspetti, tutto ciò è anche comprensibile. È fuori discussione il fatto che il volantino tragga parte della sua forza propria dall’opportunità di mostrare visivamente un prodotto, un servizio o un’azienda, obiettivo difficilmente raggiungibile, ad esempio, tramite una lettera commerciale.

Eppure, al fine di realizzare uno strumento di comunicazione efficace, è altrettanto importante conoscere in che modo è possibile scrivere un volantino in grado di convincere le persone ad agire. Ed è proprio quello che andremo a scoprire in questo articolo.

Che cos’è un volantino

Prima di addentrarci su questioni tecniche, è opportuno fare un breve accenno alle caratteristiche del volantino per evitare che venga scambiato per altri strumenti di grafica pubblicitaria, come ad esempio la brochure.

La peculiarità di un volantino sta nella sua disposizione all’interno di una singola pagina. Una brochure, invece, viene solitamente piegata a tre ante. Di conseguenza, quando si realizza un volantino, è più difficile, a livello visuo-spaziale, collocare correttamente il testo.

Suggerimenti per scrivere i testi di un volantino

Un copywriting d’impatto è ciò di cui hai bisogno per far sì che chi osserva il volantino possa conoscere il prodotto/servizio offerto, i vantaggi che offre e le modalità di acquisto. Ecco alcuni consigli che ti aiuteranno a scrivere i testi del volantino pubblicitario.

Cattura l’attenzione

Il tuo primo obiettivo deve essere questo ed hai davvero pochi secondi per riuscirci. Con il titolo o headline ti giochi gran parte della buona riuscita di un volantino. Punta sui benefici che il tuo prodotto/servizio garantisce ad un potenziale acquirente ma sforzati di individuare qualcosa di unico e di veramente molto interessante. È probabile che lavorerai alla realizzazione di un volantino insieme ad un graphic designer che si occuperà di posizionare il testo in un punto che possa essere attrattivo per un potenziale cliente.

Indossa i panni di un potenziale cliente

Immagina per un momento di non essere un copywriter e mettiti nei panni di un potenziale cliente. Sforzati di identificare:

  • Il problema che il consumatore deve risolvere;
  • I vantaggi di cui vuole beneficiare;
  • Le possibili perplessità

Questi punti dovrebbero sempre essere affrontati all’interno del volantino. Non limitarti ad elencare le funzionalità più interessanti del prodotto. Preoccupati soprattutto di farti carico e di gestire con sagacia le esigenze e anche le obiezioni dei tuoi potenziali clienti.

Ricorda, inoltre, di non abusare di tecnicismi. Utilizza un linguaggio semplice, con parole e frasi facilmente comprensibile dal tuo pubblico.

Inserisci l’invito all’azione

Cosa vuoi che il tuo potenziale cliente faccia dopo aver visto il volantino? Desideri che acquisti un prodotto, che si iscriva ad un servizio, che visiti il tuo sito web o altro ancora? Dillo chiaramente, senza lasciare alcuno spazio alle ambiguità. È importante posizionare la call to action in un punto in cui possa essere facilmente notata.

Sii il più possibile chiaro e specifico quando si tratta dell’invito all’azione. Se, ad esempio, vuoi che il tuo utente venga a visitare il tuo negozio, devi necessariamente inserire l’indirizzo e possibilmente anche dei recapiti (sia telefonici che a mezzo e-mail). Invece, se desideri che accedano al tuo sito web o ad una specifica pagina di esso, indica l’URL.

Poche parole, ben formattate

Gli elenchi puntati, insieme a qualche parola in grassetto e alla scelta del font adeguato, possono agevolare a rendere scorrevole la lettura del volantino. Ricordati di esprimere tutti i concetti nel modo più sintetico possibile, senza mai alterarne la facilità di comprensione da parte di un potenziale consumatore.

Rivolgiti in modo diretto all’utente

Dare del tu all’utente è sempre una buona soluzione, soprattutto in questi casi. Le persone sono più propense a dedicarti la loro attenzione quando percepiscono che ti stai rivolgendo a loro in modo diretto. Chiaramente, è importante dare loro questa sensazione già a partire dal titolo perché, come abbiamo visto poc’anzi, è l’elemento che maggiormente attira l’interesse del pubblico.

Punta su un’arma di persuasione potentissima: l’urgenza

Nelle comunicazioni, specie quelle a carattere promozionale, è fondamentale che l’utente percepisca il fatto di non avere né troppo né poco tempo per agire. L’indicazione di un limite di tempo entro cui la tua offerta è valida o di una disponibilità limitata può sortire gli effetti sperati e convincere il pubblico ad agire quanto prima per non perdere l’occasione che gli stai proponendo.

Assicurati, però, di utilizzare con parsimonia questa tecnica ma soprattutto che vi sia sempre corrispondenza tra parole e fatti. Se dichiari che la tua offerta è valida fino ad una certa data ma, anche dopo quella deadline, continui a proporti con la stessa promozione rischi di insospettire ed indispettire il pubblico, mettendo a repentaglio la credibilità dell’azienda.

Ottimizza anche il retro del volantino

Il retro del volantino viene, spesso, trascurato o, nei casi peggiori, addirittura lasciato vuoto. Chiaramente, molto dipende dall’utilizzo che se ne farà del volantino stesso. Un volantino incollato su di un muro presumibilmente non avrà bisogno di essere ottimizzato anche sul retro. In tutti gli altri casi, però, potrebbe convenire sfruttare questo spazio extra.

Per il lato anteriore non cambia nulla. Le informazioni più importanti dovranno rimanere lì. Non inserire nulla sul retro che possa, in qualche modo, competere con la facciata principale. Limitati solamente ad aggiungere informazioni di supporto (mappe, listino prezzi, FAQ) che variano a seconda del prodotto, servizio o dell’azienda che stai promuovendo.

Revisiona i testi

Anche quando pensi che la tua scrittura abbia raggiunto la perfezione, non dimenticare mai di revisionare i testi e correggerli se necessario. Non andare mai in stampa prima di aver dato un’occhiata generale ad ogni singola parola o frase del tuo volantino. Un utente che scopre un errore di ortografia o grammaticale potrebbe addirittura interrompere la lettura del volantino. In linea generale, imprecisioni del genere possono contribuire a rendere meno efficace il tuo messaggio, danneggiando l’immagine e la reputazione dell’azienda.

Scrivere un volantino che si distingua dalla massa

I volantini sono una forma di promozione e marketing molto popolare, specialmente nelle aree urbane con bacino d’utenza elevato. In casi del genere, però, il rischio che il tuo volantino passi del tutto inosservato è da tenere in debita considerazione. Ecco perché è una buona idea sforzarsi di offrire qualcosa di unico e di eccezionale che permetta al volantino di emergere dalla folla.

Cosa rende unica l’azienda che rappresenti e perché un cliente dovrebbe sceglierla rispetto a qualcun altro? Identifica l’argomentazione esclusiva di vendita dell’azienda e cerca di integrarla nei testi del volantino pubblicitario.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altri Articoli

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *